Ricette

RICETTA : ZUPPA DI CEREALI E ZUPPA DI FAGIOLI

 

e zuppe di legumi e cereali costituiscono piatti unici, equilibrati ad altissimo valore nutrizionale, se abbinati a verdura e frutta fresca costituiscono un ottimo pasto completo. Forniscono nutrienti molto importanti per il nostro organismo, sono ricche di amido, fibra e sono un’ottima fonte di proteine vegetali. Le proteine dei legumi sono carenti di alcuni aminoacidi ( metionina e cisterna), che si trovano invece nelle proteine dei cereali; queste, a loro volta, mancano di un amminoacido essenziale (la lisina), contenuto nelle leguminose; dalla loro combinazione si ottengono proteine di alta qualità, paragonabili a quelle di origine animale.


Le zuppe sono ottenute dalla miscela di più in gradienti selezionati e di elevato livello qualitativo. Le metodologie e la composizione delle ricette sono frutto di anni di esperienza. Vengono studiate originali combinazioni che uniscono il richiamo alla tradizione e il gusto di nuovi sapori. Le zuppe di legumi e cereali sono versatili e possono essere gustate in tutte le stagioni. Calde e sostanziose durante l’inverno, fredde e rinfrescanti in estate. Dove sono presenti i legumi è consigliato l’ammollo 4/6 ore prima della cottura. I tempi di cottura variano a seconda del tipo di prodotto.


Ricetta - base consigliata

Dopo aver lavato accuratamente la zuppa, mettetela, se necessario, in ammollo in acqua fredda. In una pentola preferibilmente di coccio, preparate un battuto di odori (sedano, carote e cipolla oppure aglio e rosmarino) e fatelo imbiondire nell’olio. Aggiungete la zuppa scolata, coprite con brodo vegetale. Portatela ad ebollizione, abbassate la fiamma avendo cura di non interrompere il bollore, fino a termine cottura. La ricetta base suggerita, secondo i gusti e la fantasia, può risultare ancora più ricca e gustosa con l’aggiunta di qualche ingrediente, come ad esempio: verdure a tocchetti, speck a dadini e un ciuffo di prezzemolo tritato,peperoncino o basilico fresco , un pizzico di erbe aromatiche fresche come santoreggia, erba cipollina, timo e maggiorana, crostini rosolati in olio ed inoltre un filo d’olio extravergine di oliva e parmigiano reggiano grattugiato ecc..

Le zuppe di legumi e cereali possono essere realizzate mediante l’utilizzo della pentola a pressione, riducendo notevolmente i tempi di cottura.


Conservazione

Si consiglia di conservare le zuppe di legumi e cereali in luogo fresco ed asciutto al fine di preservarne al meglio le proprietà specifiche. Una volta aperta la confezione è consigliabile conservarla in barattoli per alimenti, a chiusura ermetica al riparo dalla luce e da fonti di calore. Nel periodo estivo è preferibile conservarla in frigorifero.

ZUPPA DI LEGUMI ALLA BOSCAIOLA

Ingredienti per 4 persone

300 gr zuppa di legumi

una cipolla tagliata finemente

una patata,

400 g funghi porcini freschi 0 40/50g funghi porcini

secchi tagliati a pezzettini, brodo vegetale,

speck o pancetta a cubetti

Preparazione:

in un tegame di coccio fate rosolare la cipolla, i funghi tagliati e la patata a cubetti. Aggiungete la zuppa precedentemente ammollata e scolata, coprite con il brodo vegetale, fate bollire fino a cottura ultimata. Servire ben calda con speck o pancetta rosolata a parte, un filo d’olio extravergine di oliva e una spolverata di pepe macinato.

ZUPPA DI LEGUMI E CEREALI ESTIVA AL PROFUMO DI PESTO

Ingredienti per 4 persone

300 g zuppa di legumi e cereali

sedano, carota cipolla brodo vegetale

per il pesto qualche spicchio d’aglio due mazzetti di foglie di basilico, una manciata di pinoli parmigiano reggiano e pecorino

olio extravergine di oliva.

Preparazione:

In una pentola preferibilmente di coccio preparate un battuto di sedano, carota e cipolla e fatelo imbiondire nell’olio. Aggiungete la zuppa lavata e scolata, coprite con brodo vegetale. Portatela ad ebollizione, abbassate la fiamma avendo cura di non interrompere il bollore, fino a termine cottura. Preparate un pesto leggero, pestando nel mortaio l’aglio, il basilico fresco lavato, i pinoli, i formaggi grattugiati in ultimo l’olio extravergine di oliva. In mancanza del mortaio può essere utilizzato un frullatore. Servite la zuppa tiepida o fredda con l’aggiunta del pesto qualche fogliolina di basilico come decorazione.

RICETTA FAGIOLO: TONDINO

 

PHASEOLUS VULGARIS

I fagioli tondini sono i semi di una pianta erbacea annuale della famiglia delle leguminose. Si presentano di colore bianco, forma tondeggiante, di piccola pezzatura. Sono caratterizzati dal sapore delicato, consistenza tenera e buccia sottile.

Proprietà nutrizionali

I fagioli sono alimenti equilibrati, completamente privi di colesterolo, ricchi di nutrienti essenziali: hanno il doppio delle proteine dei cereali, sono una buona fonte di vitamine (in particolare del gruppo B e PP), di minerali (calcio,potassio,fosforo e ferro) e contengono amido e fibre (solubili e insolubili).

Valori nutrizionali medi per 100 grammi

Calorie: 324 kcal. Energia: 1373 kj. Proteine: 23,6 g. carboidrati: 51,7 g. grassi: 2,5 g.

I valori nutrizionali sono da considerarsi medi in quanto possono subire oscillazioni imputabili a numerosi fattori (le condizioni e le tecniche di coltivazione, la provenienza del prodotto, la metodologia di conservazione dei prodotti ecc…)

Preparazione e cottura

Si adattano a molte preparazioni: contorni, minestre e insalate. Sono ottimi anche semplicemente lessati con un filo di olio extra vergine di oliva. E’ consigliato l’ammollo in acqua fredda per almeno 4-6 ore prima della cottura. Tempo di cottura tradizionale: 45 min. , in pentola a pressione: 15 min. i tempi di cottura sono indicativi in quanto possono variare a seconda della varietà e provenienza del prodotto e del tipo di preparazione che si vuole ottenere,

Ricetta - base consigliata

Dopo aver lavato accuratamente i fagioli, metteteli in ammollo in acqua fredda. Scolateli, poneteli sul fuoco, in una pentola preferibilmente di coccio, utilizzando nuova acqua fredda. Portateli ad ebollizione, abbassate la fiamma avendo cura di non interrompere il bollore, fino a termine cottura. Risultano ancora più gustosi se insaporiti con verdure, spezie e/o erbe aromatiche.

Conservazione

Si consiglia di conservare i fagioli in luogo fresco ed asciutto al fine di preservarne al meglio le proprietà specifiche. Una volta aperta la confezione è consigliabile conservarla in barattoli per alimenti, a chiusura ermetica al riparo dalla luce e da fonti di calore. Nel periodo estivo è preferibile conservarla in frigorifero.


PASTA E FAGIOLI CON LE COZZE

Ingredienti per 4 persone

200gr fagioli tondini, 250 gr di pasta corta, 1 kg di cozze, 6 pomodorini, 2 spicchi d’aglio, peperoncino, olio extravergine di oliva, prezzemolo.

Preparazione:

lessate i fagioli tondini con uno spicchio d’aglio, precedentemente ammollati. Lavate le cozze, mettetele in un tegame con aglio e olio e olio ben caldo e a fuoco vivace fatele schiudere. Scartatele valve vuote e filtrate il liquido di cottura. Fate cuocere per 10minuti e aggiungete le cozze. Cuocete al dente la pasta in abbondante acqua salata, scolatela unitela ai fagioli tondini e al sughetto con le cozze. insaporite per qualche minuto e servite con una manciata di prezzemolo tritato.

INSALATA DI FAGIOLI TONDINI, POLLO GRIGLIATO E RUCOLA


Ingredienti per 4 persone

200 gr fagioli tondini, 4 petti di pollo, succo di limone, agli,basilico fresco, olio extravergine di oliva, 2 mazzetti di rucola.

Preparazione:

preparate una marinata mescolando il succo di limone,l’aglio,il basilico e l’olio. Versare il condimento ottenuto sul pollo. Lasciate insaporire per qualche ora. Fate cuocere i petti di pollo sulla griglia.nel frattempo lavate e sminuzzate la rucola,unite i fagioli tondini precedentemente lessati e conditeli con olio, sale e aceto balsamico. Tagliate i petti di pollo longitudinalmente a fettine. Trasferitele in un piatto e servitele accompagnate da rucola e fagioli tondini

RICETTA :ORZO

 

HORDEUM VULGARE

Pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Graminacee. I frutti, detti cariossidi, di forma allungata e appuntita quando raggiungono la maturazione sono secchi e rivestiti da una membrana che viene eliminata durante il processo di lavorazione per renderli commestibili. I cicchi di orzo si presentano di colore chiaro con il dorso arrotondato e il ventre solcato al centro. In genere viene consumato “perlato”, cioè privato delle glumette esterne e della crusca sottostante mediante un procedimento di abrasione. Con la “perlatura” i tempi di cottura diminuiscono, senza eliminare nessun principio nutritivo fondamentale, l’orzo diventa di colore oiù chiaro (bianco latte). L’orzo è uno dei cereali più antichi del mondo, conosciuto nell’Egitto dei Faraoni, nella Grecia, a Roma, Ippocrate (il padre della medicina) lo consigliava per ogni genere di malattie data la sua alta digeribilità e il suo elevato potere nutrizionale. L’orzo mondo appartiene alla varietà più pregiata degli orzi, in quanto il chicco per sua natura è senza resta;selezionato, tostato per tradizione ancora a legna si ottiene una bevanda davvero gradevolissima.

Proprietà nutrizionali

L’orzo è demineralizzante e di facile digeribilità, indicato anche ai bambini. E’ tra i cereali più ricchi di proteine, in particolare la presenza di ordina che svolge un’azione simile all’andrenalina, preziosa per l’azione cardiotonica. Contiene pochi grassi ed è ricco di importanti Sali minerali: fosforo, potassio, calcio, ferro, silicio. Ha ottime proprietà rinfrescanti, pertanto è consigliato l’uso anche in estate.

Valori nutrizionali medi per 100 grammi

Calorie: 383 kcal. Energia: 1628 kj. Proteine : 10,4g. carboidrati: 82,3 g. grassi:1,4 g

I valori nutrizionali sono da considerarsi medi in quanto possono subire oscillazioni imputabili a numerosi fattori ( le condizioni e le tecniche di coltivazione, la provenienza del prodotto, la metologia di conservazione del prodotto ecc..)

Preparazione e cottura

In cucina è utilizzato soprattutto come integratore di zuppe e minestre. Ideale per insalate fredde. E’ un ottimo sostituto di pasta e riso. Non necessita di ammollo preventivo.

Tempo di cottura tradizionale: 40 minuti, in pentola a pressione: 15minuti.

I tempi di cottura sono indicativi in quanto possono variare a seconda della varietà e provenienza del prodotto e del tipo di preparazione che si vuole fare.

Ricetta - base consigliata

Lavate accuratamente i chicchi di orzo in acqua fredda.

Scolateli e lessateli in abbondante acqua salata in ebollizione, abbassate la fiamma avendo cura di non interrompere il bollore, fino a termine cottura.

Conditeli nel modo scelto sia per preparazione a caldo che a freddo.

Conservazione

Si consiglia di conservare l’orzo in luogo fresco ed asciutto al fine di preservarne al meglio le proprietà specifiche. Una volta aperta la confezione è consigliabile conservarla in barattoli per alimenti, a chiusura ermetica al riparo dalla luce e da fonti di calore. Nel periodo estivo è preferibile conservarla in frigorifero.


TIELLE DI ORZO, PATATE E COZZE

Ingredienti per 4 persone

250gr orzo pelato, 500gr cozze, 2 cipolle, 400gr patate, prezzemolo e aglio tritato, olio extravergine di oliva, 30gr pecorino grattugiato, sale, pepe.

Preparazione:

pulite le cozze, fatele schiudere sul fuoco, scartate le valve vuote e filtrate il loro liquido. In quattro fondine di coccio fate uno strato di cipolla affettata, cospargetele con un trito di aglio e prezzemolo,distribuitevi sopra metà delle patate sbucciate e affettate, sistematevi sopra l’orzo, le cozze, il rimanente trito di aglio e prezzemolo,i restanti pomodorini e patate affettati, salando e pepando ogni strato. Irrorate con il fondo delle cozze e 2-3 cucchiai di olio. Coprite le fondine con alluminio e infornate a 220° per 45 minuti. Scoprite e servite le tielle tiepide.

ORZOTTO AI FUNGHI AL PROFUMO DI ZAFFERANO


Ingredienti per 4 persone

200 gr orzo pelato,30 g funghi secchi, 2 spicchi d’aglio, 1 cipollina, prezzemolo, vino bianco, 1 bustina di zafferano, brodo vegetale, sale.

Preparazione:

in un tegame di coccio soffriggete un trito di aglio, cipolla e prezzemolo,unire i funghi ammollati e tritati, lasciate insaporire per qualche minuto. Unite l’orzo, bagnate con mezzo bicchiere di vino bianco e fatelo evaporare. Cuocete per circa 40 minuti, bagnando, se necessario, con brodo vegetale. A cottura quasi ultimata aggiungete lo zafferano. Servite ben caldo.

RICETTA: PISELLI SPEZZATI

 

PISUM SATIVUM

Il pisello è una pianta nana o rampicante della famiglia delle fabaceae o leguminose di origine orientale .i frutti (baccelli di forma appiattita leggermente incurvata, contengono al loro interno semi sferici di colore verde ( fino a dodici per baccello,che costituiscono la parte commestibile della pianta. I piselli secchi spezzati, hanno il vantaggio di essere già sbucciati e,cocendo, si trasformano da soli in un morbido purè. Cuociono in fretta e non hanno bisogno d’ammollo. Sono tra i legumi più antichi. Un tempo erano uno dei legumi più consumati, sono stati alla base dell’alimentazione di molte popolazioni grazie anche alla possibilità di una prolungata conservazione mediante la disidratazione.

Proprietà nutrizionali

I piselli sono ricchi di vitamine A e C,ma anche di B1, B2 e PP,di fibre indispensabili per la regolazione delle funzioni intestinali, contengono inoltre potassio, calcio, magnesio e fosforo. L’alto tasso di zuccheri semplici e l’assenza di principi amari contenuti negli altri legumi, conferiscono loro un sapore dolciastro. Sono legumi energetici di amido,contengono pochi grassi, trovano quindi impiego anche nelle diete ipocaloriche.

Valori nutrizionali medi per 100 grammi

Calorie: 319 kcal. Energia: 1354 kj. Proteine: 21,7 g. carboidrati: 53,6 g. grassi: 2 g.

I valori nutrizionali sono da considerarsi medi in quanto possono subire oscillazioni imputabili a numerosi fattori (le condizioni e le tecniche di coltivazione, la provenienza del prodotto, la metodologia di conservazione dei prodotti ecc…)

Ricetta - base consigliata

Lavate accuratamente i piselli in acqua fredda. Scolateli, poneteli sul fuoco,in una pentola preferibilmente di coccio,utilizzando nuova anche fredda.. portateli ad ebollizione,abbassate la fiamma avendo cura di non interrompere il bollore,fino a termine cottura .a fiamma avendo cura di non interrompere il bollore, fino a termine cottura. Risultano ancora più gustosi se insaporiti con verdure, spezie e/o erbe aromatiche.

Conservazione

Si consiglia di conservare i fagioli in luogo fresco ed asciutto al fine di preservarne al meglio le proprietà specifiche. Una volta aperta la confezione è consigliabile conservarla in barattoli per alimenti, a chiusura ermetica al riparo dalla luce e da fonti di calore. Nel periodo estivo è preferibile conservarla in frigorifero.


VELLUTATA DI PISELLI SPEZZATI E VONGOLE

Ingredienti per 4 persone

250gr piselli spezzati, 600 gr vongole, 1bicchieredi vino bianco, 1 foglio di pasta fillo, olio extravergine di oliva,1 cucchiaio di pane grattugiato, prezzemolo e sale.

Preparazione:

cucinate i piselli spezzati in acqua con un poco di sale, a termine cottura fateli raffreddare mettendoli a bagnomaria in acqua e ghiaccio per bloccare la cottura mantenere il colore verde. Frullateli aggiungendo lentamente l’olio di oliva,regolate di sale. Ponete le vongole in un tegame e fatele schiudere sul fuoco, aggiungete il vino bianco e fatelo evaporare. Eliminate i gusci delle vongole buttando quelle che rimangono chiuse. Scaldate nell’olio le vongole sgusciate,spolverizzate con prezzemolo tritato pane grattugiato aggiungete il liquido delle vongole filtrando decorando con la pasta fillo tagliata e messa in forno ad abbrustolire, versate al centro la salsa con le vongole.

PISELLI SPEZZATI CON ZUCCA E SPECK CROCCANTE


Ingredienti per 4 persone

200 gr piselli spezzati, 150 gr di zucca,800 gr speck a fettine, 2 cipolle,4 fette di pane casereccio,1 cucchiaio di semi di finocchio, 2 foglie di alloro,olio extravergine di oliva,aceto, sale

Preparazione:

sbucciate le cipolle e tagliatele a rondelle, mettetele a bagno in acqua fredda per 30 minuti. Ponete i piselli in un tegame con alloro, la zucca ed abbondante acqua fredda,coprite e portate a bollire,abbassate la fiamma e proseguire la cottura per 45minuti circa,togliete l’alloro e frullatore. Regolate di sale e rimette in casseruola. Fate abbrustolire il pane a dadini e lo speck a strisce in una padella antiaderente con un filo d’olio,togliete il tutto e mettete nella stessa padella i semidi finocchio, aggiungete la cipolla sgocciolata, rimettetevi i dadini di pane e lo speck, spruzzate con l’aceto, mescolate e lasciate insaporire. Servite la crema in fondine,guarnite con lo speck e il pane abbrustolito.

RICETTA FAGIOLO: CANNELLINO

 

PHASEOLUS VULGARIS

I fagioli cannellini sono i semi di una pianta erbacea annuale della famiglia delle leguminose, originaria dell'America Centro- Meridionale.i frutti sono baccelli contenenti da 4 a 6 semi di colore bianco e dalla forma allungata, quasi cilindrica..

Proprietà nutrizionali

I fagioli sono alimenti equilibrati, completamente privi di colesterolo, ricchi di nutriente essenziali, il doppio delle proteine dei cereali, sono una buona fonte di vitamine (in particolare del gruppo B e PP ), di minerali (calcio,potassio, fosforo, e ferro) e contengono amido e fibre (solubili e insolubili).

Valori nutrizionali medi per 100 grammi

Calorie :324 kcal. Energia :1373 kj. Proteine :23,6. carboidrati: 51,7g grassi: 2,5g

I valori nutrizionali sono da considerarsi medi in quanto possono subire oscillazioni imputabili a numerosi fattori (le condizioni e le tecniche di coltivazione, la provenienza del prodotto, la metodologia di conservazione del prodotto,…)

Preparazione e cottura

sono ottimi per minestre e zuppe,con baccalà e gamberi,possono essere gustati con un semplice filo di olio extravergine d'oliva per esaltarne il sapore.

E’ consigliato l’ammollo in acqua fredda per almeno 4/6 ore prima della cottura.

Tempo di cottura tradizionale: 60 min.- in pentola a pressione: 20 min

I tempi di cottura sono indicativi in quanto possono variare a seconda della varietà e provenienza del prodotto e del tipo di preparazione che si vuole ottenere.

Ricetta - base consigliata

Dopo aver lavato accuratamente i cannellini, metteteli, in ammollo in acqua fredda.

Scolateli, poneteli sul fuoco, in una pentola preferibilmente di coccio, utilizzando nuova acqua fredda. Portateli ad ebollizione, abbassate la fiamma avendo cura di non interrompere il bollore, fino a termine cottura.

Risultano ancora più gustosi se insaporiti con verdure, spezie e/o erbe aromatiche.

Conservazione

Si consiglia di conservare i cannellini, in luogo fresco ed asciutto al fine di preservarne al meglio le proprietà specifiche. Una volta aperta la confezione è consigliabile conservarla in barattoli per alimenti, a chiusura ermetica al riparo dalla luce e da fonti di calore. Nel periodo estivo è preferibile conservarla in frigorifero.

FAGIOLI ALL'UCCELLETTO

Ingredienti per 4 persone

250 gr fagioli cannellini

200 gr pomodori maturi e pelati,

2 spicchi d’aglio, 1 rametto di salvia,

olio extravergine di oliva, sale e pepe quanto basta.

Preparazione:

lessate i cannellini, fate rosolare in un tegame di coccio l'aglio vestito e il rametto di salvia in un po' d'olio. Quando l'aglio sarà dorato,unite i fagioli scolati e i pomodori che avete sbucciato e privato dei semi. Regolate di sale e fate cuocere molto lentamente per circa 15/20 minuti, avendo cura di mescolare, di tanto in tanto,con un cucchiaio di legno. Servite con una spolverata di pepe.

CANNELLINI E BACCALA'

Ingredienti per 4 persone

300 gr fagioli cannellini

800 gr di baccalà ammollato, passata di pomodoro,

2 spicchi di aglio,1 scalogno o piccola cipolla,

rosamrino, 1 dado vegetale,olioextravergine di oliva, peperoncino, sale.

Preparazione:

in una capiente casseruola di coccio fate soffriggere gli spicchi d'aglio in olio, aggiungete un tritto di rosmarino e scalogno,appena risulterà dorato,unitela passata di pomodoro,il dado e un po' di peperoncino. Fate bollire per 15minuti circa, poi aggiungete il baccalà a tranci. Dopo averlo fatto in saporire per alcuni minuti,unite i fagioli cannellini (precedentemente lessati),aggiungete di sale e fate bollire molto lentamente fino a cottura ultimata,se neccessario aggiungete acqua. Servite caldo con fettine di polenta o pane casareccio abbrustolito.