La conquista del Sabotino.pdf

La conquista del Sabotino

Marco Cimmino

La conquista del Sabotino, nei pressi di Gorizia, rappresentò un formidabile successo tattico e permise allesercito italiano di espugnare la testa di ponte goriziana e di scardinare lintero apparato difensivo creato da Boroevi intorno al capoluogo isontino. Era più di un anno che le fanterie italiane tentavano, inutilmente, di cacciare gli avversari dal monte, che era, col tempo, diventato unautentica fortezza. Nellagosto del 1916, grazie a una preparazione accurata e alla perfetta cooperazione tra tutte le armi, dallartiglieria al genio e dallaeronautica alla fanteria, il terribile baluardo finalmente cadde in brevissimo tempo e con perdite irrisori. La battaglia per il Sabotino dimostra come una logistica accurata e un approccio scientifico allobiettivo contino più del numero o dei mezzi dispiegati e forma un tragico contrasto con la tattica suicida con cui le fanterie del regio esercito furono condotte allassalto delle ben munite trincee austroungariche, nel corso delle prime cinque battaglie dellIsonzo.Il libro contiene un testo di Pierluigi Lodi.

27 apr 2018 ... ... il Cippo dedicato a 4 Generali caduti per la presa del Monte Sabotino ... servite pochi mesi prima per la conquista del vicino Monte Sabotino ... 6 feb 2015 ... Nella conquista del Sabotino, la Brigata Lupi di Toscana (77° e 78° reggimento) ebbe un ruolo chiave. Ma su questo argomento, torneremo ...

6.75 MB Dimensione del file
8861021115 ISBN
La conquista del Sabotino.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.fattorialarondine.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

La conquista del Sabotino, nei pressi di Gorizia, rappresentò un formidabile successo tattico e permise all’esercito italiano di espugnare la testa di ponte goriziana e di scardinare l’intero apparato difensivo creato da Boroević intorno al capoluogo isontino. Era più … Con la conquista del Monte Sabotino a nord-est e del Monte San Michele a sud-ovest, la forte linea difensiva austro-ungarica nei pressi di Gorizia crollò rapidamente. Il Monte Calvario, considerato per oltre un anno come una roccaforte inespugnabile da parte dei soldati italiani, cadde la …

avatar
Mattio Mazio

La conquista del Sabotino, nei pressi di Gorizia, rappresentò un formidabile successo tattico e permise all’esercito italiano di espugnare la testa di ponte goriziana e di scardinare l’intero apparato difensivo creato da Boroević intorno al capoluogo isontino. Era più …

avatar
Noels Schulzzi

La finalidad del presente trabajo es estudiar la conquista española de la Tierra Nueva en el siglo XVI –los territorios que se extendían al otro lado de la frontera  ...

avatar
Jason Statham

Il terzo e ultimo suggerimento di lettura è un saggio storico, scritto però in modo accessibile e divulgativo da Marco Cimmino: La conquista del Sabotino (Libreria Editrice Goriziana), finalista al Premio Acqui Storia. Il libro dello storico bergamasco ricostruisce la sanguinosa battaglia della Prima guerra mondiale che 98 anni fa, nell di recente ho acquistato questa bella e significativa medaglia riferita alla conquista del monte sabotino da parte della 45à divisione il 6 agosto 1916. la stessa coniata dal famoso stabilimento johnson di milano e ideata dal grande artista qual'era giuseppe romagnoli, la si trova anche in argento.

avatar
Jessica Kolhmann

alla conquista del MONTE SABOTINO L'escursione ci condurrà lungo la dorsale nord-occidentale del Monte Sabotino/Sabotin, superando la quota 507, la quota 513 e il "Dentino" per raggiungere la cima quotata 609 m. Circondati da uno scenario di grande suggestione, ricalcheremo l'itinerario Con la conquista del Monte Sabotino a nord-est e del Monte San Michele a sud-ovest, la forte linea difensiva austro-ungarica nei pressi di Gorizia crollò rapidamente. Il Monte Calvario, considerato per oltre un anno come una roccaforte inespugnabile da parte dei soldati italiani, cadde la notte tra il 7 e l'8 agosto.I contrattacchi, anche dopo che arrivarono i primi rinforzi l'11 agosto, non