Anamorfosi o Thaumaturgus opticus.pdf

Anamorfosi o Thaumaturgus opticus

Jurgis Baltrusaitis

Anamorfosi apparve per la prima volta nel 1955, poi in edizione ampliata nel 1969, infine - nel 1984 - con due capitoli inediti, qui per la prima volta tradotti, che tracciano la storia dellanamorfosi nelletà moderna, fino a oggi. Così vedremo -ed è un gioco delizioso - Baltrusaitis chinarsi su testi di Cocteau, Barthes, Lacan ed esaminarli come fossero oscuri reperti, allo stesso modo in cui il suo sguardo di sovrano delle aberrazioni si posava sulle stranezze di ignoti dotti seicenteschi.

Skiagrafia, cosmologia kepleriana e anamorfosi dell’umano. Sull’appendice sulla luce e le ombre nel Thaumaturgus Opticus / Bergamo, Francesco. - (2013), pp. 408-429.

4.92 MB Dimensione del file
8845919358 ISBN
Anamorfosi o Thaumaturgus opticus.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.fattorialarondine.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

«Anamorfosi» è parola che appare nel Seicento e designa una certa specie di «depravazioni ottiche» fondate sui giochi della riflessione e della prospettiva. Si tratta di immagini distorte, mostruose e indecifrabili che, se viste da un certo punto dello spazio o riflesse con accorgimenti vari, si ricompongono, si rettificano, infine svelano figure a prima vista non percepibili. Bibliografia. Jurgis Baltrušaitis, Anamorfosi o Thaumaturgus opticus, Adelphi 1978; Fabrizio D'Urso, Anamorfismo e prospettiva oculare, CEDAM 2001 Agostino De Rosa, Giuseppe D'Acunto, La vertigine dello sguardo: tre saggi sulla rappresentazione anamorfica, Cafoscarina, Venezia 2002, ISBN 978-88-88613-31-4 Agostino De Rosa, a cura di, Jean François Nicéron.

avatar
Mattio Mazio

Anamorfosi o Thaumaturgus opticus book. Read reviews from world’s largest community for readers. «Anamorfosi» è parola che appare nel Seicento e designa

avatar
Noels Schulzzi

N. 79 - Luglio 2014 (CX). le ANAMORFOSI deL CONVENTO DI TRINITÀ DEI MONTI FORME E TEORIE DELLO STUPORE di Federica Campanelli. Una delle classiche passeggiate romane (apprezzata in verità prevalentemente dai non romani) prevede una sosta d’obbligo a Piazza di Spagna, per osservare la scenografica scalea di Trinità dei Monti che dalla celebre Barcaccia, fontana di Pietro Bernini … Anamorfosi o Thaumaturgus opticus, Adelphi (1978). La ricerca di Iside. Saggio sulla leggenda di un mito, Adelphi (1985). Aberrazioni. Saggio sulla leggenda delle forme, Adelphi (1996). Risvegli e prodigi. La metamorfosi del gotico, Adelphi (1999). Formazioni, deformazioni. La stilistica ornamentale nella scultura romanica, Adelphi (2005).

avatar
Jason Statham

13 dic 2018 ... Jurgis Baltrušaitis, in Anamorfosi o Thaumaturgus opticus (Adelphi, 1955) attribuisce a Leonardo da Vinci le anamorfosi più risalenti nel tempo ...

avatar
Jessica Kolhmann

anamorfòṡi (alla greca anamòrfoṡi) s. f. [dal gr. ἀναμόρϕωσις «riformazione», der. di ἀναμορϕόω «formare di nuovo»]. – 1. a. In biologia, in senso ampio, tendenza della natura a generare forme più complesse, con un crescente differenziarsi e specializzarsi degli organismi. b. In zoologia, con accezione più partic., sviluppo diretto senza metamorfosi di Anamorfosi o thaumaturgus opticus Jurgis Baltrusaitis Adelphi. Traduzione di P. Bertolucci e Bassan Levi A. Milano, 1978; ril. in tela, pp. 286, ill. b/n, tavv. b/n