Il seme del male. La natura del cinema gotico.pdf

Il seme del male. La natura del cinema gotico

Antonio F. Familiari

Fra i temi che definiscono il cinema gotico, quello della natura, intesa come sublimazione delluomo e dei suoi sentimenti, è esemplare del fitto intreccio che lega il cinema alle altre forme di espressione artistica, come la letteratura e la pittura. La presenza costante di questa tematica nel genere testimonia un percorso coerente che salda tutto il gotico cinematografico, dai primi anni del 900 sino ai nostri giorni. Il volume ripercorre tale sviluppo con il proposito di iniziare a gettare un nuovo sguardo su un genere cinematografico per troppo tempo sottovalutato o analizzato solo nelle sue componenti più evidenti. Lindagine si estende dallattività di autori come Murnau ed Epstein, ai film di registi come Corman e Bava, per giungere, negli anni più recenti, ad operare come Lalbero del male di William Friedkin e Il mistero di Sleepy Hollow di Tim Burton.

Il seme del male. La natura del cinema gotico è un libro di Antonio F. Familiari pubblicato da Città del Sole Edizioni nella collana Lo specchio scuro: acquista su IBS a 9.50€!

9.61 MB Dimensione del file
8873517633 ISBN
Il seme del male. La natura del cinema gotico.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.fattorialarondine.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

13 mag 2017 ... Dal cinema muto agli anni '40: la fase gotica ... Tre anni dopo, con Gli Uccelli, sempre Hitchcock darà un nuovo scossone ai nervi dello spettatore: la natura non era ... che realizza uno dei suoi film migliori con Il Seme della Follia (1994): qui, ... Nel 1999 arriva un film che, nel bene e nel male, è destinato a ... Regista, compositore, sceneggiatore, maestro del cinema b-movie, è stato definito ... da Il signore del male e chiusa da Il seme della follia), Carpenter ha composto, ... Il prete di strada ammonisce: "La nostra natura umana si è lasciata sopraffare ... rielaborarne quarant'anni dopo l'epopea gotica all'interno di una sua opera.

avatar
Mattio Mazio

13 mag 2017 ... Dal cinema muto agli anni '40: la fase gotica ... Tre anni dopo, con Gli Uccelli, sempre Hitchcock darà un nuovo scossone ai nervi dello spettatore: la natura non era ... che realizza uno dei suoi film migliori con Il Seme della Follia (1994): qui, ... Nel 1999 arriva un film che, nel bene e nel male, è destinato a ...

avatar
Noels Schulzzi

Tra i problemi possiamo annoverare il budget insufficiente e per giunta sfruttato male, l'assoluta incapacità tecnica dei responsabili di questo delitto contro l'Arte, oltre alla carenza di idee. Insomma, la pellicola di Smight è un vero e proprio escremento in celluloide, e per giunta formato male, diarroico, pieno di cibo non digerito. Prendiamo per esempio la sua Trilogia degli animali, quei film che rappresentano l’origine e la sintesi più vitale del suo cinema. Prendiamo L’uccello dalle piume di cristallo (1970) , sua prima prova registica dopo i confronti con la scrittura al fianco di Sergio Leone ( C’era una volta il west ), Giuseppe Patroni Griffi ( Metti una sera a cena ) e in molti b-movie.

avatar
Jason Statham

Il cinema dell'orrore o cinema horror è un genere cinematografico caratterizzato da personaggi immaginari e mostruosi, situazioni macabre, irrazionali o di origine soprannaturale e con atmosfere da incubo. Il genere fu presente già dagli albori del cinema muto e continuerà a esserlo per tutto il XX secolo e oltre anche con lungometraggi di grande successo, realizzati anche da grandi registi

avatar
Jessica Kolhmann

Parlando di cultura dell'India ci si riferisce alle religioni, agli usi, alle tradizioni, alle lingue parlate, alle cerimonie, alle arti, al modo di vivere in India e al suo popolo. In un subcontinente come l'India, con una popolazione di oltre un miliardo di individui, le lingue, le religioni, le danze, la musica, l'architettura e le tradizioni culinarie variano sensibilmente da luogo a luogo.