Mutamenti sociali e inclusione attiva.pdf

Mutamenti sociali e inclusione attiva

Romano Benini

Il testo affronta i temi della crescita economica e della disuguaglianza sociale, analizzando quale sia la relazione tra i due aspetti e quali le politiche sociali e di attivazione necessarie per evitare che i cambiamenti dell’economia producano diseguaglianza e povertà.Vengono approfondite le condizioni e le caratteristiche della disuguaglianza in Italia e dei contesti di povertà, con particolare attenzione alla povertà derivante dalla mancanza di lavoro o di condizioni di occupabilità. L’esame dei modelli e dei sistemi di protezione sociale presenti in Europa ed in Italia è seguito dall’analisi della prospettiva del passaggio dal welfare al workfare, dai sistemi assistenziali a quelli promozionali. In questo senso il testo approfondisce l’intervento della misura del reddito di inclusione (Rei) ed il ruolo del principio dell’attivazione nel mercato del lavoro (la “capacitazione”) come linea guida delle misure promozionali e di inclusione attiva. In ragione della funzione dei Fondi europei per l’inclusione e delle politiche nazionali e comunitarie, vengono prese in esame le istituzioni e gli strumenti per l’attivazione in Europa in Italia.Il criterio guida dello sviluppo umano, anche in riferimento all’indice promosso dalle Nazioni Unite, implica una riflessione sulla necessaria integrazione tra le politiche sociali, formative e del lavoro e sul processo di rafforzamento degli strumenti e dei servizi di intervento. Si affronta in questo senso il tema della governance delle istituzioni preposte al governo dei mutamenti sociali in Italia e la prospettiva data dal reddito di cittadinanza, anche in chiave europea.Il volume si conclude con un approfondimento finale che indica la necessità di un cambio di paradigma, per evitare che i mutamenti dell’economia comportino un aumento delle condizioni di povertà e di disuguaglianza: la necessità di un diverso modello politico perché si affermi un nuovo modello sociale, in grado di favorire un più equilibrato rapporto tra politica e finanza attraverso adeguate misure redistributive e politiche di inclusione attiva e di cittadinanza.

Perché segni un reale passo di discontinuità con le logiche assistenziali del passato occorre che il sistema di inclusione attiva funzioni davvero. È però necessario capitalizzare i maggiori sforzi di tutti i livelli istituzionali per la riuscita di questo nuovo modello di contrasto alla povertà. È infatti indispensabile dar vita a un sistema di intervento sociale che promuova l Inclusione, esclusione e diseguaglianze sociali dei gruppi rom. Convegno all'Università del Salento Si svolgerà il prossimo 22 e 23 novembre, a Lecce, presso l’aula Ferrari di Palazzo Codacci Pisanelli (Piazzetta Arco di Trionfo 1), un importante convegno sul tema dell’inclusione, esclusione e diseguaglianze sociali che investono i gruppi rom in Italia.

8.37 MB Dimensione del file
8885622348 ISBN
Mutamenti sociali e inclusione attiva.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.fattorialarondine.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

6 mag 2020 ... I servizi sociali, per parte loro, si impegnano a favorire con servizi di accompagnamento il processo di inclusione e di attivazione sociale di tutti i ...

avatar
Mattio Mazio

L’analisi qui condotta intende mettere in evidenza alcune falle dell’impianto del decreto legge 4 del 28 gennaio 2019 “Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e pensioni” dal punto di vista del servizio sociale, che negli ultimi due anni, prima nell’ambito del sostegno all’inclusione attiva (SIA), poi con l’introduzione del reddito di inclusione (ReI), è stato Intercultura, inclusione sociale, patrimonio, integrazione. I mutamenti che caratterizzano la nostra società, soprattutto riguardo alla persistente crisi economica, all’aumento di conflitti sociali, alla nuova composizione demografica, modificano anche il ruolo delle istituzioni culturali, sempre più chiamate a impegnarsi e ad operare in un’ottica “inclusiva”.

avatar
Noels Schulzzi

Inclusione Sociale; Costruire un rapporto sulle politiche sociali regionali nel panorama complesso e fortemente differenziano di questa fase di trasformazioni e mutamenti sociali che e poter contare sulla collaborazione attiva di circa 800 operatori dei 19 Comuni capoluogo presi a campione per determinare le caratteristiche 3.5 La parte “attiva” della misura 1.1 L’inserimento lavorativo come strumento di inclusione sociale mutamenti, oltre che a ^leggere _ le risorse, cioè le politiche sociali, le misure e le politiche di contrasto alla povertà che il territorio stesso è riuscito ad attivare. 8

avatar
Jason Statham

dell’inclusione sociale: le disuguaglianze e il disagio sociale, delle scienze sociali per la lettura analitica e ragionata dei mutamenti sociali di un dato territorio, attraverso le attività integrative e/o di tirocinio e tramite l' attività assegnata dal docente relatore Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Direzione Generale per l’Inclusione e le Politiche Sociali (2014). Primi dati sulla sperimentazione del Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) nei grandi comuni. Quaderni della ricerca sociale flash, 29. Progetto InOltre (2013). Report conclusivo del progetto 2012-2013. Padova: report interno.

avatar
Jessica Kolhmann

PROMUOVERE UNA CULTURA DELL’INCLUSIONE SOCIALE PER UN’INTEGRAZIONE ATTIVA DELLE PERSONE IN SITUAZIONE DI VULNERABILITÀ Le comunità si trovano ad affrontare sempre nuove sfide, quali le nuove povertà, l’invecchiamento della popolazione e il digital divide , la multiculturalità e le migrazioni, un’urbanizzazione globale rapida e non pianificata, l’impatto tecnologico, con un inclusione sociale, dall’altro - appaiono necessariamente connessi e meritevoli di una preliminare riflessione. Si tratta, insomma, di inserire a pieno titolo lo sport nella cornice delle politiche sociali e di definire più precisamente quale tipo di politiche sociali, orientate